attualità cronaca Italia

Fiumicino: giovane donna picchiata e violentata dall’ex compagno

Fiumicino: giovane donna picchiata e violentata dall’ex compagno. Un ragazzo di 27 anni si trova agli arresti domiciliari con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni.

Ha picchiato e violentato l’ex compagna, costringendola ad avere un rapporto sessuale con lui. A chiamare la polizia sono gli operatori del pronto soccorso.

Ai quali la ragazza si era rivolta a causa delle ferite riportate. La giovane ha sporto denuncia agli agenti del commissariato Fiumicino, che dopo una breve indagine hanno arrestato il ragazzo.

Costringe l’ex ad avere rapporti, arrestato 27enne

Non era la prima volta che il 27enne picchiava e sottoponeva a violenze psicologiche la ragazza. Tanto che lei dopo il lockdown lo aveva lasciato e si era trasferita a casa di alcuni amici.

E sopratutto durante il periodo di quarantena forzata in casa lui l’ha costretta a interrompere i contatti con i suoi amici, insultandola giornalmente e picchiandola con calci e pugni.

Il 19 ottobre lui le ha telefonato chiedendo di vedersi un’ultima volta.

La giovane ha acconsentito e, vedendolo tranquillo, lo ha invitato a casa per un aperitivo. Era tutta apparenza.

Appena la giovane ha ricevuto un messaggio lui l’ha aggredita e picchiata, costringendola ad avere un rapporto sessuale.

Se ne è andato di casa la mattina dopo, e la ragazza è andata al pronto soccorso. Il 27enne, che ora si trova agli arresti domiciliari, ha il divieto di contattare la vittima.

Donna aggredita col taser, arrestato l’ex compagno

Ed è di oggi un’altra notizia che riguarda un altro caso di violenza domestica. Un altro uomo, questa volta a Lunghezza, ha colpito la compagna col taser per tramortirla, dopodiché l’ha aggredita.

I poliziotti sono arrivati in via Luigi Crocco, e con l’ausilio di alcuni testimoni presenti sulla scena sono riusciti a ricostruire cos’era accaduto e a rintracciare l’uomo.

Il 31enne aveva preso l’ex compagna trattenendola per le spalle e l’aveva forzata a entrare in un palazzo di via Luigi Crocco.

Appena la donna ha visto gli agenti si è divincolata ed è scappata verso di loro, l’uomo è stato invece bloccato e arrestato.

Con sé, oltre al taser, aveva anche un taglierino. La donna ha raccontato agli agenti che il 31enne si era fatto trovare sotto casa sua per avere un chiarimento. Le minacce e l’aggressione sono arrivate subito dopo. Fonte Fanpage

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: