attualità cronaca Italia

Un pene in diretta a Che tempo che fa, l’imbarazzo di Fazio

Un pene in diretta a Che tempo che fa, l’imbarazzo di Fazio. Sono “funghi amari” a Che tempo che fa. Nel suo classico spazio di “stranezze scovate sul web”, Luciana Littizzetto regala a Fabio Fazio secondi di puro, imbarazzato terrore in diretta a Raitre.

La regia manda in onda sul grande schermo immagini di funghi dalle forme decisamente “piccanti”.

“Sono veri, quello sulla sinistra si chiama phallus impudicus – sottolinea maliziosa la comica torinese, rivolgendosi a Fazio -. vuoi che te lo traduco?

Questo rappresenta un po’ come saremmo messi per l’autunno”. Una foggia un programma, insomma.

Ma non c’è solo il fungo-pene, perché Lucianina mostra tutta contenta anche il fungo-Lato B.

“Diciamo che chi lo trova è fortunato – chiosa sapida. Non si possono mettere le mutande ai funghi… Esistono i funghi champignon ed esistono ora anche i funghi Chiappignon”.

Studio vuoto a Che tempo che fa, Fabio Fazio spiega il perché

In apertura della puntata di Che tempo che fa, in onda domenica 1 novembre, Fabio Fazio ha comunicato al pubblico la decisione di rinunciare al pubblico.

In attesa del nuovo dpcm previsto nelle prossime ore e che darà delle direttive su come tentare di arginare il numero dei contagi ormai in crescita. In queste ore, il governo ha avuto un confronto con le regioni per valutare la soluzione più efficace.

Fabio Fazio in onda senza pubblico

Fabio Fazio, all’inizio della puntata, ha spiegato che avrebbe condotto il programma da solo, senza la presenza del pubblico.

Lo studio di Che tempo che fa, infatti, è stato inquadrato ed è apparso agli spettatori completamente vuoto.

In prima fila, solo Filippa Lagerbäck. Il conduttore l’ha definita una domenica di transizione: “Buonasera, benvenuti, in questa domenica di transizione. Questa sera noi non abbiamo pubblico”.

Studio vuoto per precauzione

Fabio Fazio, quindi, ha spiegato il motivo di questa scelta. Il conduttore ha rinunciato al pubblico per uniformarsi a quanto sta accadendo in Italia, con la chiusura dei cinema e dei teatri.

Inoltre, ha spiegato di averlo reputato giusto perché in questo momento delicato è un dovere mettere la sicurezza e la prudenza prima di tutto.

Quindi la scelta di andare in onda senza pubblico in studio è anche indice di semplice buonsenso.

Buon senso che impone di evitare di creare potenziali occasioni di contagio, sebbene prima dell’ingresso in trasmissione la Rai abbia sempre effettuato tutti i controlli necessari.

“Abbiamo deciso di uniformarci a quello che accade nei teatri e nei cinema italiani, ma soprattutto abbiamo deciso di adottare un principio di precauzione.

In questo momento doveroso, in questa serata di attesa per il dpcm di domani che ci indicherà il da farsi nei nostri comportamenti quotidiani da qui alle settimane a venire. Filippa, invece, è qui stoicamente davanti a me”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: