attualità cronaca Italia

Amedeo di Pio e Amedeo: Donate per l’ospedale Lastaria di Lucera

Amedeo di Pio e Amedeo: Donate per l’ospedale Lastaria di Lucera (Foggia). Il famoso comico Amedeo Grieco del duo comico Pio e Amedeo si è espresso con un accorato appello per sostenere l’ospedale di Lucera “Lastaria”

“Ogni cosa buona che si fa poi torna indietro… La vita è così, è una ruota che gira. Tutto il bene che si fa alla fine poi torna. Tutti insieme ce la possiamo fare”

“E’ una vera e propria guerra quella che stiamo combattendo. I medici, gli infermieri e tutti quelli che lavorano in ospedale stanno in prima linea e per questo cerchiamo di donare tutto quello che serve”.

Come fare le donazioni?

Chiunque può acquistare mascherine e visiere da donare al Lastaria. Per la consegna è possibile contattare il comitato al seguente numero: 3498272716.

Altrimenti è possibile effettuare donazioni con bonifico: Iban per le donazioni: IT15 W 05034 78440 0000 0000 2413 intestato a: Io sto con il Lastaria. Causale: acquisto mascherine e sistemi di protezione per il Lastaria.

Sulle donazioni vigilerà lo studio notarile ‘Scrocco-Lembo-Benincaso’ di piazza Matteotti, 7 a Lucera, che è possibile contattare nei giorni feriali per info sulle donazioni allo 0881.520824 Si può contattare il comitato, anche tramite Whatsapp o telefonando al 349.8272716

Deu Foggia, appello del Tdm: “Attivare qui posti di terapia intensiva”

Maria Rosaria Castrignanò, responsabile della sezione foggiana del tribunale dei diritti del malato si è espressa sull’insufficienza dei posti letto di terapia intensiva:

“Bisogna attivare tutti i posti di terapia intensiva anche adattando le sale operatorie ivi previste, consentendo così una disponibilità di posti letto più adeguata al bisogno di cure severe”.

“Non si perda altro tempo con diversivi di vario genere e proclami sui tempi di apertura se non vogliamo assistere anche a Foggia alle scene tragiche dei mesi scorsi viste in Lombardia”.

“Con tutta probabilità questo andamento sfavorevole potrebbe peggiorare con la stagione invernale mettendo a serio rischio la vita di un numero considerevole di persone”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: