attualità cronaca Italia

Campania e Toscana zona rossa

Campania e Toscana zona rossa: la decisione del governo. Dopo giorni di analisi della curva dei contagi da Covid-19, il Governo ha deciso che Campania e Toscana diventano zona rossa.

Non è ancora arrivata l’ufficialità, ma si attende a breve la comunicazione del ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo la conferma del Cts.

In base al monitoraggio della cabina di regia dell’Istituto superiore della sanità e del ministero, infatti, è deciso che il numero delle Regioni in zona rossa aumenta di due: Campania e Toscana si aggiungono a Calabria, Lombardia, Piemonte, Provincia di Bolzano e Val d’Aosta.

Cambiano anche le Regioni in zona arancione, che salgono a 9 con l’aggiunta di Emilia-Romagna, Friuli e Marche alle già note Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia e Umbria.

Restano gialle Lazio, Molise, Trento, Sardegna e Veneto. Restano dunque in zona gialla solo 5 Regioni: Lazio, Veneto, Molise, Trento e Sardegna.

Il provvedimento sulla Campania e sulla Toscana è adottato all’indomani delle ordinanze adottate da Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia, che hanno imposto nuove restrizioni per evitare la zona arancione.

Campania, la polemica sui dati

La decisione sulla Campania è arrivata dopo giorni di tentennamenti e polemiche da parte del governo e delle autorità regionali.

Il governatore della regione Vincenzo De Luca chiedeva da tempo all’esecutivo di prendere misure più restrittive sul territorio, ma finora – sulla base dei dati relativi all’epidemia presentati dalla regione – la regione era rimasta in zona gialla.

Sui dati della Campania era svolto negli scorsi giorni un approfondimento da parte dei tecnici del ministero, che si sono recati in loco.

Ieri l’Unità di crisi della Regione Campania aveva annunciato l’istituzione di zone rosse locali nelle città dove si registra un livello alto di contagi.

Sulla situazione in Campania è intervenuto oggi anche il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che ne ha parlato in un’intervista a La Stampa. “La Campania è fuori controllo e la necessità di allargare le zone rosse è evidente. Gli enti locali hanno mostrato poca lealtà. Ma ora basta. Lo Stato deve intervenire”, ha dichiarato l’ex capo politico di M5s.

Intanto sono in corso le indagini della Polizia di Stato di Napoli sulla morte dell’uomo trovato senza vita in un bagno del pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli. (Fonte Tpi.it)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: