attualità cronaca Italia politica

“Decido io chi c… parla”. La lite furibonda in tv da Del Debbio

“Decido io chi c… parla”. La lite furibonda in tv da Del Debbio. Ci sono due tipi di talk politici nella tv popolare. Quelli pettinati e d’elite dove si affrontano i tecnicismi e le dinamiche che sono più congrue agli ambienti governativi.

E quelli spettinati e popolari, che invece parlano alla pancia dell’Italia e quello che davvero accade nel Paese, la vita vera.

Dritto e rovescio fa orgogliosamente parte del secondo tipo di programma politico e il suo conduttore, Paolo Del Debbio, non è un giornalista che ha paura di sporcarsi le mani con argomenti spinosi e poco chic.

Il conduttore lucchese ha un carattere fumantino, non ama particolarmente i discorsi ricamati e cerca di centrare sempre il punto della questione con schiettezza.

Anche per questo motivo non è raro che a Dritto e rovescio si accendano gli animi, come è accaduto durante l’ultima puntata tra Antonio Maria Rinaldi e Simona Malpezzi.

Che le posizioni dei due siano divergenti non è una novità

Rinaldi è un eurodeputato in forza Lega, la Malpezzi è una senatrice del Partito democratico. Con un colpo di scena, Antonio Maria Rinaldi durante la discussione estrae un panettone rivolgendosi a Simona Malpezzi in collegamento.

“Volevo solo sapere da chi difende questo governo se gli italiani quest’anno riusciranno a mangiare il panettone”.

Forse alla Malpezzi il panettone non piace particolarmente, perché alla domanda dell’eurodeputato, la senatrice perde le staffe e si scompone

“Posso? Rinaldi che fa lo spiritoso è quello che ha votato contro i 209 miliardi che dovevano arrivare agli italiani. Io ringrazio l’Europa, non Rinaldi: la possibilità del panettone avviene grazie a quei miliardi”.

A quel punto è iniziata la bagarre in studio

Con i due esponenti politici accalorati dalla discussione che è proseguita su toni molto concitati. Mentre Antonio Maria Rinaldi esponeva le sue tesi, la Malpezzi applaudiva ironicamente, accompagnando il tutto con un sincopato “bravo, bravo”.

L’eurodeputato a quel punto ha cercato di riportare la discussione sugli aiuti, chiedendo alla senatrice se lei avesse letto quali fossero le condizioni per accedervi.

Ma ormai il clima era fuori controllo ed è necessario l’intervento di Paolo Del Debbio per riportare la situazione alla normalità.

Ovviamente, il conduttore è intervenuto a modo suo, risultando piuttosto convincente con i suoi ospiti: “Non mi fate incazzare, state boni tutti.”

“Tutti boni. Decido io chi cazzo parla”. Silenzio ristabilito e discussione ripresa con toni più consoni all’argomento, sicuramente più comprensibili dal pubblico a casa. Fonte IlGiornale

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: