attualità cronaca Italia

Rapina pizzeria, fuggendo spara e ferisce 2 persone, arrestato

Rapina pizzeria, fuggendo spara e ferisce 2 persone, arrestato. Rapina una pizzeria nel Napoletano e spara per coprirsi la fuga, ferisce due persone; ma è bloccato da un carabiniere libero dal servizio. In manette un 56enne, Vincenzo Marrazzo.

E’ accaduto a Casandrino. L’uomo è entrato in una pizzeria di Via Paolo Borsellino, arma in pugno, e ha portato via i contanti che erano in cassa.

Uno dei proprietari ha provato a fermarlo ed è stato ferito con un colpo di pistola di striscio alla mano.

Il rapinatore è fuggito sparando altri colpi contro il proprietario che lo ha inseguito. I proiettili hanno danneggiato un’auto in sosta e un contatore del gas di un’abitazione.

Un altro colpo è stato sparato e ha ferito di striscio anche un altro dipendente della pizzeria che si era messo sulle sue tracce.

Marrazzo, già noto alle forze dell’ordine, ha terminato la sua fuga quando un carabiniere libero dal servizio, allertando prima il 112, lo ha bloccato.

E’ stato arrestato dai carabinieri della sezione radiomobile di Giugliano, intervenuti pochi istanti dopo.

Sequestrata la pistola, una semiautomatica cal. 9x21mm con matricola cancellata e 4 colpi ancora nel serbatoio.

Recuperata la somma sottratta all’attività commerciale, circa 330 euro. Marrazzo è ritenuto responsabile di rapina aggravata e tentativo di omicidio.

Covid: sindaco di Pozzuoli proroga stop parchi e lungomare

Il sindaco di Pozzuoli (Napoli), Vincenzo Figliolia, ha prorogato fino al 30 novembre la chiusura al pubblico – con divieto di accesso, sosta ed attività motoria – del lungomare Pertini in Via Napoli.

Inoltre, della passeggiata pedonale del lago d’Averno a Lucrino, della darsena nel centro storico e della villetta di Lucrino adiacente alla piscina comunale.

E’ un inasprimento delle misure previste per la ‘zona rossa’, è spiegato dal Comune, per evitare assembramenti e frequentazioni assidue da parte dei residenti.

Nel provvedimento, che proroga una precedente ordinanza in scadenza il 16 novembre, è interdetto anche il tratto di passeggiata a mare che va dal manufatto ex Vicienzo a Mare ai piedi del Rione Terra.

Poi, il tratto di Via Italia compreso tra l’incrocio con la Strada Provinciale Lucrino intorno al Lago e il civico 63, ad esclusione dei residenti e dei titolari di attività. Fonte L’inserto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: