attualità cronaca mondo

Mick Schumacher campione del mondo Formula2

Mick Schumacher campione del mondo Formula2. Mick Schumacher si laurea campione del mondo di Formula 2: un biglietto da visita importante per il futuro pilota della scuderia F1 Haas.

Nonostante il diciottesimo posto ottenuto nella Sprint Race odierna del Gran Premio del Sakhir, il vantaggio accumulato sul suo diretto rivale Callum Ilott è sufficiente per chiudere il campionato in testa.

Il figlio d’arte ha gareggiato per il secondo anno consecutivo nella serie cadetta, dopo aver chiuso lo scorso 2019 in una anonima dodicesima posizione. Una stagione decisamente sfortunata quella d’esordio in Formula2, che lo ha visto in ombra a causa di parecchie rotture e incidenti.

Decisamente migliore questo atipico calendario 2020

Una performance costante, con due sole vittorie ma ben dieci podi, che gli hanno permesso di guadagnare la testa della classifica verso metà campionato e mantenerla fino alla fine.

Il collega inglese della FDA Callum Ilott e il giapponese Yuki Tsunoda hanno cercato di insidiarlo, con tre vittorie cadauno. Ma ritiri e difficoltà a inizio campionato, non hanno reso possibile le rispettive rimonte.

Dicevamo una gara difficile la Sprint Race odierna del Sakhir per Mick Schumacher: partito benissimo. Ha spiattellato il pneumatico anteriore destro alla prima frenata a seguito di un bloccaggio al limite.

Questa mossa ha di fatto rovinato completamente la sua gara, costringendolo a una tattica difensiva, che ha retto per quasi due terzi dell’intero gran premio.

Poi il pressing di Ilott alle sue spalle si è fatto insostenibile, facendo rovinare ulteriormente gli pneumatici del campioncino tedesco. Sosta ai box necessaria per lui e ultimo posto in classifica.

Quando tutto sembrava essere votato al peggio, anche gli pneumatici del collega inglese hanno iniziato il loro tracollo, facendo passare Ilott da terzo a decimo fuori dai punti. A quel punto per Schumacher è arrivata la vittoria.

La dedica al Team italiano

“Sono davvero molto emozionato, ci vorrà qualche giorno per rendermi conto che sono diventato campione in questa categoria. Sono davvero orgoglioso di essere con questo team con cui ho imparato molto, gli devo moltissimo”. Queste le prima parole di Mick Schumacher, pilota tedesco del team Pramac, al termine del Gp di Sakhir.

“Questa stagione è molto difficile, tutti erano a un livello alto di guida. Ho spinto dall’inizio alla fine cercando di migliorarmi insieme alla squadra e questo è il motivo per cui siamo riusciti a vincere il titolo.

Quella di oggi non è stata una grande gara: devo questo campionato al team”, ha aggiunto. “So che vincere in queste condizioni sarebbe oggi troppo difficile: sono troppo aggressivo in frenata e ho compromesso le gomme.

Ilott aveva un ottimo ritmo, ho cercato di mantenere il mio costante per arrivare alla fine, ma era impossibile andare avanti con le gomme e sono dovuto rientrare. Avevo paura ma alla fine è andata bene e sono campione”, ha concluso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: