gossip Italia lifestyle

Vincenzo Salemme: “la mia arma più importante”. Il messaggio

Vincenzo Salemme: “la mia arma più importante”. Vincenzo Salemme ci racconta che anche le malattie si possono affrontare con il sorriso. Capiamo cos’è successo al regista e attore.

Vincenzo Salemme molto spesso introduce la malattia all’interno dei suoi film comici. Questo è il caso emblematico del film “… E fuori nevica” in onda oggi alle ore 19.15 sul canale Cine 34. I protagonisti sono tre fratelli Enzo (Salemme), Ciccio (Nando Paone) e Stefano (Carlo Buccirosso).

Ciccio è affetto da una strana forma d’autismo. Dopo la morte della madre i tre devono spartire l’eredità a patto che si prendano cura per sempre di Ciccio. Ecco svelato il motivo per cui il regista inserisce sempre un elemento di malattia nelle sue pellicole.

L’attore ci ha rivelato che ogni autore ha un suo mondo poetico e probabilmente quello di Salemme è l’handicap. Il regista oltre ad inserire questo elemento nelle sue pellicole, indossa molto spesso anche le vesti del malato.

Infatti l’abbiamo visto affetto da disturbi cardiaci in “L’amico del cuore“, poi ha avuto problemi agli occhi in “Amore a prima vista” e nel film “A ruota libera” ha interpretato un uomo seduto sulla sedia a rotelle.

Ma in ogni modo l’attore cerca di sdrammatizzare la tristezza unendo due ossimori, il pianto alla risata. Ma ecco cosa ci rivela l’attore. Salemme ha confessato di essere una persona malinconica e di aver fatto anche tante analisi. Leggi anche qui 

A detta dell’attore l’unico momento in cui si trova in armonia è quando recita. Ma oggi non ci resta che piangere dal ridere con il comico per eccellenza. Un uomo, un attore, un teatrante, un regista. Un’immensa cultura attornia la sua vita.

Insomma, un vero protagonista della scena, che sa dominare il suo pubblico. La sua grandezza si misura anche grazie al suo modo di essere con i fan. Sempre pronto a salutare chi cerca il suo sguardo. Youmovies 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: