attualità cronaca Italia

Al via le iscrizioni per il Cashback: ma il sistema va in tilt

Al via le iscrizioni per il Cashback: ma il sistema va in tilt. A metà mattinata sono già “circa 1 milione ” gli utenti “che hanno caricato almeno un metodo di pagamento e sono pronti ad attivare il Cashback tramite l’app Io”.

È uno dei dati forniti da PagoPa a meno di 24 ore dall’avvio del programma di rimborsi di Stato sugli acquisti con pagamenti elettronici. Nella notte è rilasciato il nuovo servizio, con qualche intoppo in fase di registrazione delle carte.

Ce ne sono comunque “324mila” aggiunte di nuove ma sono possibili “momentanei rallentamenti e disservizi”. Spiega la società scusandosi in anticipo e chiedendo “comprensione e pazienza” ai cittadini per uno “dei progetti più complessi e sfidanti che sia stato realizzato sin qui in Italia e in Europa”.

“Solo nelle prime ore di oggi, con l’attivazione del servizio che consente di aderire al programma Cashback, sull’App IO. Abbiamo ricevuto quasi mezzo milione di nuove richieste di aggiunta di una carta nella sezione Portafoglio, con picchi di circa 6000 accessi al secondo.

Al momento, sono già circa 1 milione gli utenti che hanno caricato un metodo di pagamento e stanno attivando il Cashback. Sono numeri impressionanti”.

A renderlo noto è Palazzo Chigi, che conferma come “questi imponenti flussi di traffico che insistono sulla sezione Portafoglio dell’app IO stanno causando alcuni problemi che si risolveranno a breve”.

“Il programma Cashback dota il Paese di una infrastruttura tecnologica profondamente innovativa. Un’iniziativa, che vede la cooperazione di molteplici attori pubblici e privati.

Il Governo, società pubbliche, e oltre venti soggetti che operano nel settore dei pagamenti elettronici. Ma, come ogni innovazione che vuole assicurare ai cittadini un servizio nuovo, sicuro e di qualità. Si perfeziona strada facendo e merita di essere raccontata con trasparenza”.

Continua la nota

In vista dell’avvio dell?8 dicembre “con SIA S.p.A. e Microsoft, abbiamo intensificato le attività di potenziamento e test di tutte le componenti tecnologiche.

Questo, unito all’interesse riscosso dall’iniziativa, ha comportato momentanei rallentamenti nell’app IO. Che abbiamo progressivamente risolto per garantire una esperienza soddisfacente al cittadino”.

Prosegue la nota

“A ogni modo siamo consapevoli che potrebbero tornare a verificarsi momentanei disservizi. Se questo dovesse accadere, confidiamo nella comprensione e pazienza dei cittadini, scusandoci sin da ora.

Noi di PagoPA S.p.A. assicuriamo il massimo impegno e tutta la professionalità che un’iniziativa così ambiziosa richiede. Ma soprattutto, vogliamo assicurare un servizio di qualità alle persone.

E con la massima trasparenza continueremo a informare tutti sull’evoluzione del progetto, a comunicare tramite gli account social dell’app IO e supportare con i canali dedicati in app ogni richiesta di assistenza”. Fonte HP

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: