attualità gossip Italia

Brexit: “Raggiunta intesa con Londra per accordo di recesso”

Brexit: “Raggiunta intesa con Londra per accordo di recesso”. Maros Sefcovic ha annunciato via Twitter l’accordo raggiunto tra le parti. Trovate intese sulle frontiere che tutelano la “pace” in Irlanda. E chiariti i termini dell’applicazione delle regole sugli aiuti di Stato.

Anche nel fine settimana la strada sembrava tutta in salita

Ma il vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic ha annunciato via Twitter che Bruxelles e Londra hanno raggiunto un’intesa per Brexit. Trovando un accordo anche sulle frontiere per mantenere la “pace” in Irlanda.

Il tweet

“Sono lieto di annunciare che grazie al duro lavoro con Michael Gove abbiamo raggiunto un accordo di principio su tutte le questioni relative sulla implementazione dell’accordo di recesso. Ciò garantirà che sia pienamente operativo a partire dal primo gennaio, incluso il protocollo sull’Irlanda”, ha scritto Sefcovic.

“Alla luce di queste soluzioni reciprocamente concordate, il Regno Unito ritirerà le clausole 44, 45 e 47 del disegno di legge sul mercato interno del Regno Unito e non introdurrà disposizioni simili nel disegno di legge sulla tassazione”. Si legge in una nota della Commissione europea.

Il protocollo, ricorda la Commissione, “protegge gli accordi del Venerdì Santo in tutte le sue dimensioni”, mantenendo la “pace” sull’isola d’Irlanda. Sono trovate intese sulle frontiere.

“In particolare per quanto riguarda i controlli sugli animali, le piante e i prodotti derivati, le dichiarazioni di esportazione, la fornitura di farmaci, le carni congelate e altri prodotti alimentari per i supermercati“.

Sono anche chiariti, tra l’altro, i termini dell’applicazione delle regole sugli aiuti di Stato. In virtù di questo accordo, il Regno Unito ritirerà alcuni articoli della legge sul Mercato Interno.

L’accordo ora verrà finalizzato e dovrà essere approvato in via definitiva da una nuova riunione del comitato congiunto Ue-Regno Unito, che avverrà “prima di fine anno”.

Gran Bretagna, al via le vaccinazioni con una novantenne

Margaret Keenan, una nonna britannica di 90 anni, è diventata la prima paziente al mondo a ricevere il vaccino Pfizer- BioNTech come parte della massiccia campagna di vaccinazione contro il nuovo coronavirus lanciata dal Regno Unito.

“Mi sento così privilegiata a essere la prima persona a essere vaccinata contro il Covid-19, è il regalo di compleanno più atteso che avrei potuto sperare”, ha detto la paziente che compirà 91 anni la prossima settimana.

“Ciò significa che posso finalmente considerare di trascorrere del tempo con la mia famiglia e gli amici nel nuovo anno dopo essere stata sola per gran parte dell’anno”, ha aggiunto.

La priorità è per gli operatori sanitari che curano i pazienti affetti dal coronavirus, per gli ultraottantenni e per residenti e personale degli ospizi.

Saranno usate le prime 800mila dosi del vaccino Pfizer/Biontech, che deve essere conservato a -80 gradi Celsius e può restare in frigoriferi normali solo gli ultimi cinque giorni prima dell’uso. Le prime somministrazioni vengono fatte in 50 ospedali.

“Questa giornata segna un enorme passo avanti nella lotta del Regno Unito contro il coronavirus; ma la vaccinazione di massa richiederà del tempo”, ha affermato il primo ministro conservatore Boris Johnson. Fonte FQ

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: