attualità cronaca Italia

Frana a Sondrio: 50 persone evacuate, si lavora senza sosta

Frana a Sondrio: 50 persone evacuate, si lavora senza sosta. Grande spavento, ma per fortuna nessuna conseguenza a livello fisico per alcuni abitanti di una frazione di Sondrio, Fracaiolo.

Che all’alba di ieri si sono svegliati sentendo un boato: era una parte della montagna sopra le loro case che stava franando. Una cinquantina, in totale, le persone che sono evacuate a scopo precauzionale. Come ha precisato l’assessore regionale della Lombardia agli Enti locali, montagna e piccoli comuni Massimo Sertori.

Lo stesso ha poi comunicato che, già nella tarda mattinata, la gran parte dei cittadini interessati dallo smottamento ha potuto far rientro alle proprie abitazioni. “Fortunatamente tanto spavento, ma nessun danno”.

Fortunatamente la frana non ha provocato nessun ferito, né danni

Restano però ancora fuori casa due famiglie, sette persone in totale, per le quali il rientro nelle proprie abitazioni è subordinato al completamento delle verifiche da parte dei vigili del fuoco e dei tecnici della protezione civile.

Bisognerà capire cosa abbia provocato il distacco di circa 50 metri cubi di materiale terroso e roccioso. Franato da un costone di una montagna sul quale era stato realizzato un muraglione di contenimento.

Principale indiziato il maltempo che si è abbattuto negli scorsi giorni su buona parte della Lombardia, e prosegue a tutt’oggi.

Ma le verifiche dovranno accertare eventuali errori nei lavori e soprattutto se le famiglie che rimangono lontane dalle loro abitazioni potranno farvi ritorno in sicurezza.

Fortunatamente, come ha sottolineato al quotidiano “Il Giorno” il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini, la frana non ha causato problemi alle persone né alle loro abitazioni.

Maltempo, bomba d’acqua e grandine su Napoli

Bomba di acqua e grandine su Napoli questa mattina. L’ondata di maltempo non si placa e stamattina, attorno alle ore 8, sul capoluogo campano si è abbattuta una fitta grandinata. Cubetti di ghiaccio anche di 2 centimetri di diametro. In qualche caso facendo scattare anche l’allarme delle auto in sosta.

La Protezione Civile regionale ha prorogato l’allerta meteo di colore arancione anche per tutta la giornata di oggi, mercoledì 9 dicembre, emanando poi un’allerta meteo rossa in riferimento alla provincia di Salerno.

A Napoli, il sindaco Luigi De Magistris ha deciso di correre ai ripari e ha così disposto la chiusura di scuole e parchi pubblici per mercoledì 9 dicembre, mentre resteranno invece aperti i cimiteri.

Scuole chiuse anche a Pozzuoli

In vista dell’allerta meteo prevista, nella giornata di oggi, mercoledì 9 dicembre, anche il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha deciso di tenere chiuse scuole, parchi pubblici e anche il cimitero comunale.

“Come sempre, è raccomandato a tutti i cittadini di evitare le uscite non necessarie e di prestare la massima attenzione in prossimità di alberi, pali della luce, segnaletica o impalcature, cornicioni. Secondo le previsioni continueranno ad insistere temporali, anche di forte intensità e raffiche di vento” ha comunicato il primo cittadino flegreo. Fonte Fanpage

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: