gossip Italia

Meghan Markle, lo sgarbo alla Regina Elisabetta

Meghan Markle, lo sgarbo alla Regina Elisabetta. Istituisce un premio ed infrange il protocollo. Ennesimo scacco alla regina per Meghan Markle e il principe Harry. Secondo quanto riportato dai media inglesi, i due istituiranno nuovi premi in concorrenza con le antiche onorificenze delle “Honours list” della regina Elisabetta.

La coppia più discussa della dinastia Windsor, ormai in auto esilio oltre oceano, premierà individui. Non solo, enti di beneficenza e aziende degni di lode lanciando i premi “Sussex” per onorare i contributi significativi nei loro campi di intervento preferiti.

La sfida

Ma la nuova iniziativa rappresenta una diretta sfida alle storiche onorificenze reali, tra l’altro sempre più discusse negli ultimi decenni, perchè accusate di custodire in sè ancora un anacronistico retaggio coloniale.

Ma proprio dalle colonie delle Americhe giunge l’inaspettata e scottante competizione a suon di riconoscimenti: i premi di Meghan e Harry si concentreranno specificamente su players di spicco in

particolari ambiti tra i quali «Servizio di beneficenza, istruzione, scienza e responsabilizzazione dei giovani» secondo quanto riporta il “The Sun”. Il nuovo programma di premiazione sarà gestito autonomamente dalla fondazione Archewell di Duke and Duchess,

e secondo quanto riportato dal DailyMail sarebbe in fase di ultimazione, pronto ad alimentare ulteriormente le polemiche anti-Meghan, ormai consuetudinarie a palazzo reale.

Tra le onorificenze storiche più discusse della corte elisabettiana, oltre a quelle di “dame” e “cavalieri”, ricordiamo quella di “Member of the Order of the British Empire” assegnata a coloro che abbiano fornito importanti contributi alla comunità essendo fonte di ispirazione per gli altri.

Alcuni personaggi, in passato avevano rifiutato questo premio dalle stesse mani dela regina: quando al poeta Benjamin Zephaniah fu offerto un OBE nel 2003, lo rifiutò, condannandolo come un «retaggio del colonialismo».

Tra le celebrità che hanno ringraziato e rifiutato l’offerta di encomio ricordiamo anche nomi celebri come Danny Boyle, Jon Snow e Stephen Hawking. Sarà anche vero che la dinastia dei Windsor è sul trono britannico da ormai più di un secolo,

ma i suoi mai-anacronistici intrighi di corte, ora più che mai alimentati dall’ultima arrivata Meghan Markle, non smetteranno mai di descare scandalo. Soprattutto tra le dame e i cavalieri delle terre d’oltremanica. Il messaggero

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: