attualità cronaca Italia

Orrore a Firenze: trovata una seconda valigia con dei resti umani

Orrore a Firenze: trovata una seconda valigia con dei resti umani. Un’altra valigia contenente resti umani, un paio di gambe, è rivenuta stamane durante un sopralluogo a circa 70 metri da dove ieri è scoperta un’altra valigia contenente resti, depezzati, di un corpo.

La scoperta casuale di ieri ha dato il via a indagini scrupolose dei carabinieri che, nello stesso terreno situato fra la superstrada Fi-Pi-Li e l’esterno del perimetro del carcere di Sollicciano, hanno fatto un altro macabro ritrovamento.

In questa seconda valigia, riferiscono dall’Arma, ci sono gli arti inferiori, verosimilmente appartenenti allo stesso corpo di uomo adulto. Smembrato e chiuso nella valigia, trovata ieri.

Il ritrovamento è avvenuto a circa 70 metri dall’altra, alla base della sopraelevazione della superstrada. Sul posto oltre ai carabinieri, sono andati il pm Ornella Galeotti e il medico legale.

A fare la drammatica scoperta ieri è il proprietario del terreno che si è imbattuto nella valigia mentre era impegnato a ripulire un fosso. L’anziano ha allertato immediatamente i carabinieri.

Che, una volta sopraggiunti, hanno constatato si trattava di resti umani in stato di saponificazione, forse a causa delle condizioni climatiche.

Non è escluso che entrambe le valigie fossero lì da diverse settimane, probabilmente gettate giù dalla superstrada. Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Firenze e della compagnia Firenze Oltrarno.

La procura intanto ha aperto un fascicolo per omicidio. Decisivi saranno i risultati degli esami autoptici che consentiranno di identificare i resti e stabilire la causa della morte.

La scoperta della prima valigia

Valigia con resti umani saponificati in campo a Firenze. Una valigia con resti umani in stato di ‘saponificazione’ è trovata stasera in un terreno esterno al carcere di Sollicciano, a Firenze.

Sul posto i carabinieri. Il ritrovamento, secondo prime informazioni, è fatto dal proprietario del terreno il quale ha avvisato le autorità. La valigia è di quelle modello rigido ed è ritrovata tra il perimetro del carcere fiorentino di Sollicciano; e la superstrada Firenze-Pisa-Livorno, dove c’è il tratto di ingresso in città.

L’area di campagna dov’era la valigia, un terreno coltivato, è delimitata e sono partite le indagini;, che saranno anche scientifiche; dei carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Firenze e della compagnia Firenze Oltrarno. Fonte Fanpage

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: