attualità cronaca Italia

Firenze trovata una terza valigia con resti umani di una donna

Firenze trovata una terza valigia con resti umani di una donna. Non ha fine l’orrore dei resti umani ritrovati in un campo a Firenze, tra il carcere di Sollicciano e la superstrada Firenze-Pisa-Livorno.

Nei giorni scorsi erano ritrovate due valigie rigide contenenti resti saponificati di un uomo adulto ucciso con una coltellata alla gola.

Ieri pomeriggio il terzo, macabro ritrovamento: una terza valigia con all’interno altri resti, che secondo i carabinieri sarebbero di un’altra vittima.

Il ritrovamento è avvenuto durante un nuovo sopralluogo da parte dei militari del Nucleo Investigativo di Firenze a ridosso della Fi-Pi-Li a una distanza di circa 100 metri in direzione Pisa. Alla base della sopraelevata della superstrada tra la stessa strada di grande comunicazione e la recinzione perimetrale posteriore del carcere di Sollicciano.

In serata la notizia che i resti sarebbero di una donna.

Stamattina proseguiranno le attività di sopralluogo con l’ausilio di un’unità cinofila specializzata nella ricerca dei cadaveri del Nucleo Carabinieri Cinofili di Bologna.

Nulla al momento sull’identità del primo cadavere

In attesa di avere qualche aiuto dal dna, l’ipotesi è che possa trattarsi di un uomo tra i 40 e i 60 anni, bianco. Ampio al momento anche l’arco temporale a cui far risalire il decesso. Da sei mesi a due anni indietro rispetto al ritrovamento dei resti.

Ieri poi la scoperta della terza valigia con un secondo corpo o meglio parte di esso. Come le altre due la valigia, piena di fango, si sarebbe trovata lì da tempo.

Finita in quel campo, come le altre due, dopo essere gettata dalla superstrada che passa sopra, presumibilmente per così dire in sequenza. E ulteriori ricerche saranno effettuate nelle prossime ore alla ricerca di un’eventuale quarta valigia.

Nascosta tra la vegetazione di quel terreno: a logica dovrebbe contenere ciò che manca dei resti del secondo cadavere. Intanto, sempre a logica, ragionano gli investigatori, le due morti dovrebbero collocarsi in uno stesso contesto delittuoso. Avvolto al momento dal più fitto mistero. Fonte LaNazione

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: