attualità cronaca Italia

Pedopornografia online, scoperti 140 gruppi: arresti in tutta Italia

Pedopornografia online, scoperti 140 gruppi: arresti in tutta Italia. Dalle prime ore dell’alba oltre 300 uomini della Polizia Postale stanno eseguendo perquisizioni e arresti, in flagranza, in 53 province e 18 regioni italiane.

Gli agenti della Polizia Postale, che hanno lavorato per diversi mesi sotto copertura in telegram e whatsapp, hanno smantellato 16 associazioni criminali ed identificato oltre 140 gruppi pedopornografici.

Coinvolte in tutto il mondo 432 persone: 81 sono italiani, due dei quali, promuovevano e gestivano gruppi pedopornografici, organizzandone l’attività e reclutando nuovi sodali provenienti da ogni parte del mondo. Si tratta della più imponente operazione di Polizia degli ultimi anni contro la pedopornografia online.

Google: nuovi problemi tecnici per sistema posta Gmail

Nuovi problemi tecnici, poi risolti, per Gmail di Google dopo l’esteso blackout delle scorse ore. Ad essere interessato, ha confermato la società californiana, è appunto il sistema di posta elettronica Gmail.

Ha spiegato come molti utenti, oltre 15 mila, hanno segnalato che pur riuscendo a entrare nel proprio account ricevono dei messaggi di errore. Nessun problema è invece rilevato sugli altri servizi del colosso del web, da YouTube a Google Maps.

Aumento prezzo dei treni per le feste di Natale, avviata indagine

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha trasmesso ieri una richiesta di informazioni alle principali compagnie di trasporto ferroviario (Trenitalia e NTV) in relazione all’offerta dei collegamenti sulle principali tratte servite e al significativo aumento dei prezzi dei biglietti che si registra in alcune giornate del periodo 15 dicembre 2020-15 gennaio 2021.

Lo si legge in una nota dell’Antitrust secondo cui “entro tre giorni Trenitalia e NTV dovranno comunicar i criteri utilizzati per determinare il numero di collegamenti e i posti disponibili e i criteri con cui vengono determinati i prezzi”.

Dl Ristori: ok a fiducia, il testo passa alla Camera

Il Senato ha approvato nella notte il dl Ristori, su cui il governo ha posto la questione di fiducia. Il provvedimento, approvato a Palazzo Madama con 154 voti a favore e 122 contrari, passa ora alla Camera.

Il testo ingloba quattro decreti che fissano, fra l’altro, norme sugli affitti e i mutui. Dopo il via libera con fiducia a Palazzo Madama, dove la presidente Elisabetta Casellati è intervenuta per scremare alcune norme ‘improponibili’.

Ora, il passaggio alla Camera è previsto rapido e blindato per evitare intoppi in vista della scadenza del 27 dicembre, rimandando ulteriori sostanziosi interventi al già previsto Ristori cinque, atteso a gennaio.

A partire dal 2021 la dote per gli aiuti sarà infatti rimpinguata grazie al nuovo scostamento da circa 20 miliardi annunciato dal governo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: