attualità cronaca Italia

Tragedia al Lago Patria, affonda barca di pescatori, muore 60enne

Tragedia al Lago Patria, affonda barca di pescatori, muore 60enne. Un pescatore di 60 anni, di origini algerine ma da anni residente a Castel Volturno (Caserta), è annegato in un incidente in mare. Mentre al Lago Patria era al largo con un amico per una battuta di pesca.

La loro barca ha cominciato a imbarcare acqua, inutili i tentativi di soccorso. La salma, recuperata successivamente, è trasportata all’ospedale di Caserta per l’autopsia.

L’altro pescatore, tratto in salvo da un testimone che si è tuffato con una tavola da surf, è in buone condizioni di salute.

La tragedia si è consumata a circa 400 metri dalla costa, dove la vittima era con un coetaneo. Erano da poco usciti per una battuta di pesca sportiva quando la barca ha cominciato ad inabissarsi, probabilmente a causa di un foro sul fondo.

I due si sono lanciati in acqua e hanno tentato di raggiungere la riva. Il primo soccorso è arrivato dai gestori di un lido, che si sono accorti dei pescatori in difficoltà e hanno allertato la Guardia Costiera. Un uomo si è tuffato in acqua e, con l’aiuto di una tavola da surf, è riuscito a raggiungere il 60enne italiano ed a trascinarlo in salvo.

Dell’altro pescatore, però, non c’era già più traccia

Il corpo ormai senza vita è recuperato successivamente dalla motovedetta della Guardia Costiera di Pozzuoli e dagli agenti dell’ufficio locale marittimo di Castel Volturno.

La salma è portata all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta per l’autopsia, che verrà eseguita nei prossimi giorni. Leggi anche qui

L’altro pescatore, in stato di choc, è accompagnato al Pronto Soccorso per una visita di routine ma le sue condizioni non destano preoccupazione. Fonte Fanpage

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: