attualità cronaca Italia

Vaccino Covid Campania: ecco il numero di dosi e chi lo farà

Vaccino Covid Campania: ecco il numero di dosi e chi lo farà. Sono 135.890 le prime dosi del vaccino anti-Covid19 Pfizer che arriveranno in Campania con la prima tranche. Su un totale di 1.833.975 dosi di vaccino distribuite in tutt’Italia dal Commissario Straordinario per l’emergenza Covid19 Domenico Arcuri.

Le 135mila dosi, serviranno a coprire medici, infermieri e anziani ospiti della case di riposo previsti nel primo scaglione della campagna vaccinale. Le stesse persone vaccinate, poi, saranno chiamate a fare il richiamo del vaccino.

Entro 20-30 giorni con la seconda fornitura da Pfizer delle seconde dosi, che arriveranno con una seconda consegna, altrimenti il vaccino non ha effetto. Pfizer si è impegnata a consegnare nei prossimi giorni la seconda fornitura di 2.507.700 di seconde dosi a livello nazionale per i richiami.

Quindi in Campania con la prima fornitura ci saranno 135mila vaccinati

Le dosi in eccesso della seconda fornitura, poi, una volta completate le categorie del primo scaglione. Potranno essere utilizzate per avviare la vaccinazione della popolazione più fragile.

Alla Campania meno dosi del Lazio con gli stessi abitanti

Alla Campania, quindi, andranno 135.890 dosi di vaccino Pfizer, meno del Lazio (179.818 dosi), che ha lo stesso numero di abitanti all’incirca: 5,7 milioni la Campania, 5,8 il Lazio.

La Lombardia riceverà il doppio delle dosi 304.955, l’Emilia Romagna 183.138, il Piemonte 170.995, il Veneto 164.278. La distribuzione delle dosi è calibrata in base alle richieste delle Regioni italiane. Che negli scorsi giorni hanno inviato i piani regionali con le campagne vaccinali.

La vaccinazione sarà su base volontaria

Nella prima fase avranno la precedenza alcune categorie, come il personale sanitario e gli anziani. Per questi motivi le quote non sono proporzionali alla popolazione. La vaccinazione per queste categorie dovrebbe iniziare nei primi giorni di gennaio.

Oggi il Commissario invierà alle regioni una sorta di “libretto delle istruzioni” per il vaccino. Ed entro la settimana tutte le indicazioni per la procedura di somministrazione. Verranno consegnate il 90% delle richieste di dosi avanzate dalle Regioni e questo perché è stimato che non si vaccinerà il 100% del personale sanitario previsto.

Per il vaccino Pfizer servono due dosi

Per il vaccino Pfizer servono due dosi per poter fare il richiamo a distanza di un mese. Per questo, le persone vaccinate saranno circa la metà delle dosi arrivate.

Il Vaccine Day di Natale

“Qualora – scrive in una nota il commissario straordinario Domenico Arcuri – come si auspica, l’EMA approverà, nella seduta del 21 dicembre, l’immissione sul mercato del vaccino.

E dopo la successiva, pressoché immediata, validazione dell’AIFA, ci sarà, già prima della fine dell’anno, il “Vaccine Day” europeo. In cui i primi cittadini verranno vaccinati nello stesso giorno. Così come concordato tra i Ministri della Salute di Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Olanda, Spagna e Svizzera”. Fonte Fanpage

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: