attualità cronaca Italia

73enne trovata morta in casa dal figlio: fatali esalazioni di una stufa a pellet

73enne trovata morta in casa dal figlio: fatali esalazioni di una stufa a pellet. Tragedia ieri ad Ariccia, nella vallata di Vallericcia. Una donna di 74 anni è trovata morta ieri nella sua abitazione da uno dei figli, che non la sentiva dalla mattina.

Sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco di Marino, la Polizia Locale, i Carabinieri di Ariccia e il medico legale. Ancora non sono certe le cause del decesso, che saranno confermate dall’autopsia.

Ma, secondo una prima ricostruzione, la morte della donna sarebbe causata dalle esalazioni di una stufa a pellet che aveva acceso per scaldarsi. Il corpo della signora era riverso a terra, nel salotto dell’abitazione.

Forse si era resa conto che qualcosa non andava e ha tentato di uscire di casa, non riuscendoci. Si tratta dell’ennesima tragedia di questo tipo avvenuta in settimana dopo la morte della mamma e del figlio a Velletri, e della coppia di Ferentino trovata deceduta nella loro abitazione.

Altre quattro persone morte a causa delle stufe a gas

Tre giorni fa la tragedia che ha sconvolto Velletri: una madre con il suo bambino di tre anni, ospiti in una struttura della Caritas, sono morti a causa della perdita di gas di un fungo che la donna aveva acceso per scaldarsi.

I due sono stati trovati morti la mattina, deceduti a causa delle esalazioni. Un evento che ha profondamente scosso la cittadina, dove la donna lavorava e viveva da diverso tempo. Sul caso indagano i poliziotti di Velletri e la Scientifica.

Ma non è l’unico episodio di questo tipo. Il giorno successivo una giovane coppia è stata trovata morta in casa a Ferentino, in un’appartamento di via della Stazione.

Anche in questo caso, è probabile che i due siano deceduti a causa delle esalazioni di monossido di carbonio provenienti da una stufetta a gas. Seguici su FB

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: